RSS Feed

Santiago de Compostela il Cammino della Vita.

0

aprile 10, 2017 by illarium

” Santiago de Compostela , insieme a Roma e Gerusalemme, uno dei più importanti centri spirituali del mondo cristiano. Secondo la tradizione, questo posto è la tomba di San Giacomo il Maggiore , uno dei dodici apostoli di Gesù Cristo .

Per questo motivo, la città di Santiago de Compostela diventerà nel Medioevo uno dei centri più importanti del pellegrinaggio cristiano, creando un percorso trascendente per la cronologia delle comunicazioni d’Europa: il Camino de Santiago .

La tradizione dice che l’apostolo Giacomo predicato il cristianesimo nella penisola iberica. Dopo il suo martirio e la morte a Gerusalemme, i suoi discepoli raccolti i suoi resti e, miracolosamente, una barca di pietra li ha portati alla costa della Galizia. Nel IX secolo un monaco di nome Pelayo scopre la sua tomba in un luogo conosciuto come Campus Stellae, la corrente di Compostela. Qui la Chiesa all’inizio che alla fine porterà alla magnifica cattedrale costruito oggi.

Tra i secoli X e XI iniziare pellegrinaggi a Compostela. La strada ha iniziato dalle città francesi di Arles, Le Puy, Orleans e Vezelay. Il percorso giacobino entra in Spagna attraverso Roncisvalle e Jaca. La strada attraversa le terre di Navarra, Aragona, La Rioja, Castilla y Leon, Galizia per attraversare e raggiungere Santiago. Questa è la via più popolare, chiamato il Cammino Francese.

Ma ci sono altri sentieri che conducono a Compostela. Il cosiddetto Cammino del Nord attraversa i Paesi Baschi, Cantabria e le Asturie Santiago per raggiungere in tutta la provincia di Lugo. Un altro itinerario attraverso il Portogallo e l’altra che segue l’antica Via de la Plata, parte della città di Siviglia per andare alla stessa destinazione.

El Camino favorirà la costruzione dell’Europa. Milioni di pellegrini nel corso della storia hanno reso un modo di incontro e di scambio culturale. Dall’altra parte della strada si sono diffusi tendenze artistiche, economiche e culturali, come la romanica o gotica. Camino anche servito come veicolo per l’espansione di un nuovo linguaggio, castigliano, nato nel monastero di San Millán de la Cogolla e promosso da autori come Gonzalo de Berceo e Alfonso X.
A poco a poco erano così tanti che ha fatto la Via, è diventato necessario per costruire ponti, ricoveri e ospedali per aiutare i pellegrini. ordini monastici e re hanno aiutato in questo lavoro, che ha evidenziato le calibro di San Juan de Ortega o Santo Domingo de la Calzada .

Il pellegrino tradizionale vestito con umiltà. Indossava un cappotto contro il freddo, cappello a tesa larga e buone scarpe. L’esportilla era una sorta di sacchetto per conservare il cibo. Bourdon era un lungo bastone che ha contribuito a camminare e spaventare le bestie. Indossava zucca appesa, che serviva per mantenere l’acqua. Per identificare, pellegrini cuciti una shell o venera i suoi vestiti. Il pellegrino deve visitare i santuari nel suo percorso, chiedendo che si arrende alcuni francobolli come prova di essere stato lì.

La strada è stata lunga e dolorosa, come il pellegrino è andato a freddo, a caldo, stanchi o affamati. Inoltre, potrebbe ammalarsi o essere aggredito dai ladri, senza dimenticare gli abusi dei gestori. Tuttavia, il premio stato reso tutto vale la pena: per arrivare a Santiago, il pellegrino per giustificare avendo completato il Camino ha ricevuto un indulgenza, cioè, era perdonato per tutti i suoi peccati.

La sezione centrale del Camino de Santiago passa attraverso Castiglia e Leon terre, attraversando le province di Burgos, Palencia e León. La strada attraversa molte importanti città: Belorado , Burgos , Castrojeriz , Villalcazar , Carrión , Leon , Astorga e infine Ponferrada .

Belorado è la prima città castigliana attraverso il quale la strada passa. Costruito in un braccio del fiume burrone, rimane sotto l’ombra di una scogliera in cui un maestoso castello sorgeva.

Il prossimo grande monumento Camino è il Monastero di San Juan de Ortega. Qui, in uno dei punti più inospitali del Montes de Oca, ha fondato la Santa ospedale per i pellegrini e un complesso monastico.

Burgos è la nostra prossima destinazione. Il monumento principale della città è la Cattedrale di Santa Maria, a guglie gotiche sormontate da costruzione superba. L’accesso alla villa è stata effettuata attraverso una porta che sembra una fortezza: l’Arco di Santa Maria.

È attraverso pianure di cereali, attraversati da piccoli corsi d’acqua, la strada si dirige Frómista. In questa chiesa villaggio Palentina di San Martin, uno dei migliori esempi di arte romanica in aumenti penisola.

Villalcázar di Sirga o Villasirga, è la prossima grande città sulla strada. Il suo monumento principale è la chiesa di Santa María la Blanca, un edificio di grandi proporzioni e l’aspetto di forza.

Il pellegrino deve andare subito a Carrion de los Condes. Le sue strade sono costellate di gioielli artistici arresto vale la pena. In uscita dal paese, ci fermiamo al Monastero di San Zoilo e passeggiare per il suo bellissimo chiostro.

Palentinas lasciato alle spalle per andare più in profondità nella provincia di Leon. Nella piccola città di Grajal de Campos troviamo un gioiello poco conosciuto, la sua fortezza solida, costruita nel XVI secolo.

Sahagún è la prima città che abbiamo raggiunto. Qui il più importante di Spagna Monastero cluniacense sorgeva. sono meglio conservate le chiese di San Tirso e San Lorenzo. Costruito in mattoni, le sue torri snelle sono l’immagine più popolare della villa.

brughiera leonese, coperto con cereali, ci conducono alla capitale, León. Il suo splendore coincide con l’ascesa del Camino de Santiago. La cattedrale, dedicata a Nostra Signora di Regla, presiede la città. Questo è uno dei gioielli del gotico spagnolo, soprattutto nella luminosità interiore che forniscono più di un centinaio di finestre. Un altro gioiello leonesas è la Chiesa Collegiata di San Isidoro, la costruzione di metà del XII secolo, che è la “Cappella Sistina” della pittura romanica spagnola.

Indietro nel deserto leonino siamo andati a Astorga, capitale della Maragatería. Fondata in epoca romana, in città si trovano due monumenti: la cattedrale e il palazzo episcopale. Il primo è stato costruito nel XV secolo. il palazzo vescovile, il XIX secolo è dovuto al grande architetto catalano Antonio Gaudí.

Il pellegrino è ora di fronte le montagne di León, che devono passare attraverso per scendere alla regione di Bierzo. E ‘tempo quindi di fermarsi nella sua capitale, Ponferrada. Su un promontorio con vista sul castello dei Cavalieri Templari che si erge maestosamente presiede la città.

Dopo aver lasciato le terre castigliano-Leon, la Via entra in Galizia, ricca di colline e vallate punteggiate di piccoli paesi. Un viaggio giorni pochi, il pellegrino è ora il suo obiettivo: la cattedrale di Santiago de Compostela , la tomba del santo. La cattedrale è uno dei gioielli del romanico spagnolo. Le sue dimensioni spettacolari stupire il viaggiatore moderno quanto egli dovrebbe avere il pellegrino medievale.

Il viaggio si è concluso. Sono finiti i più di 800 chilometri tra la Francia de Compostela. El Camino de Santiago, Calle Mayor in Europa, rimane un percorso lungo il quale la cultura, la conoscenza e l’amicizia tra i popoli. Castilla y León, la spina dorsale del Cammino, offre moderni pellegrini ospitalità e il calore della sua gente, nello stesso modo che ha fatto negli ultimi 1000 anni.”

ARTEHISTORIA



0 comments »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Commenti recenti

    Please follow & like us :)

    Facebook
    Google+
    http://www.illarium.it/wp/2017/04/10/santiago-de-compostela-cammino-della-vita/">
    Twitter
    aprile: 2017
    L M M G V S D
    « Mar    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930

    Advertisement

    • locanda-bann.jpg
    Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial